La Moda all’epoca di Imperatrici e Regine attraverso i loro accessori femminili, a cura del Museo DAPHNÉ, in collaborazione con il Museo di Palazzo Reale di Genova e Fiere di Parma.

La 35° edizione del Mercante in Fiera, che dall’ 1 al 9 Ottobre anima gli spazi di Fiere di Parma, è contraddistinta da una mostra tutta particolare, sono infatti affiancati all’annuale Kermesse fieristica l’esposizione collaterale “Segreti di regine e regine di segreti” un suggestivo viaggio tra le memorie di Maria Luigia, Margherita di Savoia, la Principessa Obolenskaya ed altre regnanti come Maria Cristina d’Asburgo e Maria Adelaide d’Asburgo Lorena d’Austria, per scoprire come l’arte nobilitava i vezzi ed i gesti abitudinari dei “reali”. Non poteva mancare l’angolo olfattivo dedicato al profumo DAPHNÉ Bouquet Romanov, ispirato ad un profumo d’epoca, che rievoca i fasti delle corti russe, in vendita presso il “mercanteinfierashop” all’interno del parco fieristico.
Dalle stanze del Museo DAPHNÉ della Moda e del Profumo, che si affaccia su Via Matteotti a Sanremo, provengono un abito tournure del 1880 attribuito alla Principessa Obolenskaya, dama alla corte di Marija Aleksandrovna Romanova imperatrice di Russia, l’ombrellino in pizzo Valencienne e manico in argento stile liberty della Regina Margherita di Savoia, e una serie di accessori femminili, come un antico carnet da ballo in madreperla, biancheria in pizzo, antichi porta-profumi, borsette griffate da romantici fregi e porta bouquet finemente lavorati; oggetti di una quotidianità lontana, quando ogni abitudine da nobildonna richiedeva eleganza e stile. Fiere di Parma apre così le porte ad un percorso appassionante, con un raffinato tocco glamour, che unisce il collezionismo al gusto per il particolare, l’insolito dettaglio che ha reso grandi donne esempi straordinari e attualissimi.
Con Palazzo Reale di Genova e il direttore Serena Bertolucci, curatore della mostra, il Museo DAPHNÉ collabora in questa importante esposizione per valorizzare gli splendori della moda passata, sposando l’iniziativa intrapresa all’insegna del mecenatismo, un percorso volto a promuovere e rendere accessibile la cultura della moda al grande pubblico. Il patrimonio culturale italiano non è fatto solo di grandi opere, ma anche di piccoli musei vivi come quello della Moda e del Profumo DAPHNÉ che dimostrano come la moda è ciclica e si ispira dall’antico per il contemporaneo.
Si ringraziano per la collaborazione, la Dott.ssa Ilaria Dazzi responsabile Fiere di Parma ed il suo staff, Serena Bertolucci e lo staff di Palazzo Reale di Genova, ETT SPA per l’elegante e suggestivo allestimento della collezione.