Dopo 150 anni dall’arrivo di Thomas Hanbury i Giardini Botanici fioriscono anche sulla seta.

Oggi sabato 6 maggio, durante la Celebrazione ufficiale del 150° Anniversario della fondazione dei Giardini Hanbury, in presenza delle autorità, saranno consegnati agli ospiti d’onore – S.A.S. il Principe Alberto II di Monaco, l’ambasciatore inglese in Italia Jill Morris e Ilaria Borletti Buitoni sottosegretario al Ministero per i Beni Culturali – i primi 3 esemplari del foulard celebrativo che la Maison DAPHNÉ ha dedicato ad uno dei giardini più esclusivi e visitati d’Europa.

Il 2017 è un anno speciale per i Giardini Hanbury e per celebrare questo evento la Maison sanremese che fa da sempre del territorio e delle sue bellezze la propria principale ispirazione, ha catturato i colori delle sue molteplici specie botaniche per imprimerle indelebilmente sulla seta. Un foulard evocativo dai tratti un po’ impressionisti, in serie limitata a pochi esemplari. Per l’occasione DAPHNÉ ha elaborato una creazione olfattiva – in edizione limitata – che riproduce il soave odore dei giardini Hanbury in fiore.

Sfoggiare il Foulard dei Giardini Hanbury sarà come indossare uno scorcio di Riviera Ligure. Un foulard di tendenza considerando che in queste ultime stagioni la moda trae ispirazione dalla botanica e la tendenza green si identifica nei fiori e nelle bellezze naturali. Un modo alternativo per far viaggiare i Giardini Hanbury e farli scoprire a coloro che ancora non ne conoscono le peculiarità.

La Maison sanremese ringrazia il Presidente dei Giardini Botanici Hanbury Luigi Minuto e l’Università degli studi di Genova per essere stata coinvolta nelle celebrazioni per i 150 anni. DAPHNÉ testimonia con le proprie creazioni la volontà di promuovere i valori di cultura, storia e radici del territorio italiano, condividendo il pensiero del Sindaco di Ventimiglia Enrico Ioculano, – vogliamo vivere questi 150 anni con la stessa visione che ha avuto Hanbury tantissimo tempo fa: un posto dove diverse specie, nazionalità e idee si possano incontrare, sviluppare e dare il meglio di sé.