La Rosa Romanov di DAPHNÉ alla Roseraie Princesse Grace – Monaco

Nell’anno dedicato alla Cultura Russa, un dono a simbolo del legame tra il Principato di Monaco e la Città dei fiori

Il 28 Novembre alla Roseraie Princesse Grace di Monaco si terrà il cerimoniale per la donazione della Rosa Romanov, da parte della Maison DAPHNÉ all’Associazione AFCEM in segno di amicizia e del legame tra la Maison ed il Principato di Monaco. La rosa sarà piantata nella Roseraie Princesse Grace de Monaco, uno dei giardini più belli della Costa Azzurra, con 315 varietà di rose, chiudendo l’anno della Cultura Russa che ricorda i 100 anni dalla tragica scomparsa degli ultimi Romanov.

È dalla sensibilità della Maison sanremese, affascinata dall’imponenza e dalla magicità dalla Russia, terra di contrasti e tradizioni millenarie, che è nato l’ibrido battezzato Rosa Romanov, una rosa forte, che ricorda quella centifolia, tipica di fine ‘800, il fiore d’eccellenza per i Romanov, che amavano farle arrivare – sempre fresche – in treno dalla Riviera, impiegandole nelle decorazioni delle loro dimore.
La Maison DAPHNÉ ha voluto affidare al talento dei floricoltori liguri il compito di creare una rosa che ricordasse le fiamme perpetue, desiderio ben interpretato all’ibridatore Antonio Marchese che, attraverso un procedimento d’ibridazione durato alcuni anni, ha ottenuto un risultato eccellente, creando un ibrido di rosa unico. Una rosa da giardino che ha la particolarità di avere petali dai colori dello stemma araldico della casata russa, bianca quando ancora in bocciolo, tenuta all’aperto si accende di rosso, come il sangue versato dai principi durante la rivoluzione di Ottobre.

Lo staff creativo della Maison DAPHNÉ ha deciso di portare su seta questa rosa, stilizzandone i fiori, le foglie e i colori, gli stessi dello stemma araldico dei Romanov – facendo così, della natura un pennello – per creare un foulard, un tessuto ed un’ intera nuova collezione.

LA COLLEZIONE ROMANOV
By |2018-11-29T01:23:49+00:00novembre 29th, 2018|fiori, Foulard, Moda|0 Comments